By Maria Vittoria Meraviglia

Partendo dall’ipotesi relativa alle reti neurali coinvolte nei processi che dalla sensazione portano alla percezione e alla cognizione, il quantity intende illustrare are available in questo landscape complesso si inseriscano anche gli aspetti legati al movimento e all’azione. Considerando alcune delle più diffuse patologie neurologiche che comportano disturbi e alterazioni del movimento, si analizzano gli aspetti riabilitativi del canale motorio, essenziali consistent with los angeles cura, los angeles prevenzione e l. a. partecipazione di ciascuno di noi a tutti gli aspetti della vita quotidiana, secondo il concetto di salute definito dall’OMS. Il libro è rivolto in particolare agli studenti delle Facolt� di Scienze Motorie e di Psicologia, ma anche di Medicina, Scienze e Tecniche della Riabilitazione, Scienze Infermieristiche, Scienze dell’Educazione e a tutti coloro che vogliano conoscere le potenzialit� del movimento in step with rafforzare, mantenere e riacquistare l. a. propria salute.

Show description

Read or Download Sistemi motori: Nuovi paradigmi di apprendimento e comunicazione PDF

Best italian books

La passione secondo Thérèse

Milano, Feltrinelli,, 1999, octavo brossura editoriale con copertina illustrata a colori, pp. 172 (piccole fioriture al taglio) .

Extra resources for Sistemi motori: Nuovi paradigmi di apprendimento e comunicazione

Example text

Un tale modello permette di descrivere le funzioni cerebrali superando i limiti delle interpretazioni computazionali e rappresentazionali. Il meccanismo alla base del funzionamento cerebrale è costituito dal passaggio di impulsi da un neurone all’altro attraverso le sinapsi. Gruppi di neuroni tra cui esistono interazioni frequenti formano popolazioni neurali. L’attività neurale microscopica e quella macroscopica sono assai diverse fra loro: la conversione impulso-onda delle popolazioni neurali presenta una nonlinearità che può essere interpretata come indice della flessibilità cerebrale ovvero della capacità di produrre attività creative e imprevedibili.

Erlbaum, Hillsdale pp 105-143 Kosslyn SM, König O (1992) Wet mind: The new cognitive neuroscience. MacMillan, New York Kosslyn SM (1996) Image and brain. MIT Press, Cambridge Lurija AR (1970) L’organizzazione funzionale cerebrale. Le Scienze n 22 Lurija AR (1973) Come lavora il cervello. Introduzione alla neuropsicologia. Il Mulino, Bologna Lurija AR (1962) Higher cortical functions in man. Basic Books Inc, New York; trad. it. Le funzioni corticali superiori nell’uomo, Universitaria, Firenze, 1980 Mason C, Kandel ER (1991) Le vie visive centrali.

Il modello stabilisce anche che non possa derivare alcun apprendimento dal movimento passivo e che l’apprendimento richieda dei processi attivi di retroazione. In termini di teoria dell’informazione ciò significa che richiede attenzione (Bobath, 1990). 2 Modelli delle reti neurali Negli ultimi anni, la ricerca ha cominciato a servirsi di modelli che unificano mente e sistema nervoso; si tratta di modelli di simulazione al computer chiamati reti neurali. Una rete neurale è una struttura formata da un certo numero di unità semplici di elaborazione, i neuroni e i loro prolungamenti dendritici, collegate tra loro a formare una rete.

Download PDF sample

Rated 4.78 of 5 – based on 14 votes