By Jacques Derrida

Show description

Read Online or Download Ogni volta unica, la fine del mondo PDF

Similar italian books

La passione secondo Thérèse

Milano, Feltrinelli,, 1999, eightvo brossura editoriale con copertina illustrata a colori, pp. 172 (piccole fioriture al taglio) .

Additional info for Ogni volta unica, la fine del mondo

Sample text

Lct. a · te11ta, ·al 111uvu11e11lu identificazione che «quasi» immediatamente la circoscrive, che permette il ripetersi di ciò che è straziante e toccante in ognuna delle mar35 Ogni volta unica, la fine del mondo ti presentate da Derrida. Ed è questa forza, come anche il momento della presa in conto che l'accompagna che, alla fine di un decennio, permette a queste morti così strazianti di essere messe in una serie e raccolte non solo in un volume, ma in qualcosa come «una generazione». Nel testo del 1995 sulla morte di Gilles Deleuze, Derrida scrive: «Ogni morte è indubbiamente unica e quindi insolita, ma che dire dell'insolito quando da Barthes a Althusser, da Foucault a Deleuze, si moltiplica così, come una serie, nella stessa 'generazione' [.

Nel saggio dedicato a Jean-Marie Benoist, Derrida sottolinea: «Non si dovrebbe prender gusto al lutto, che peru è necessario. Bisogna farlo, ma non amare, il lutto in sé, se esiste qualcosa del genere» (v, 127). Bisogna rispondere anche quando non se ne ha il coraggio, quando non si trovano le parole; bisogna parlare e render conto, per combattere tutte quelle forze che vogliono cancellare o ricoprire sia i no mi sulle tombe sia l'apostrofe del lutto. L'opera di Derrida porta in ogni parte il segno di queste esperienze impossibili, estranee ad ogni 49 Ogni volta unica, la fine dd mondo poter o saper fare.

Se «ogni volta» essa finisce per collegare la vita e lamicizia alla morte e al lutto non ne risulterà compromessa la risposta? Come fare il lutto dell'avvenimento unico, quando sappiamo che ci sono stati altri amici di cui abbiamo già fatto il lutto e che probabilmente ce ne saranno altri in futuro, altri avvenimenti unici cui bisognerà pure rispondere? In Politche dell'amicizia, Derrida esamina la questione del numero di runici, che è bene o possibile avere, interrogandosi secondo lo stile dell'Etica a Nicomaco e dell'Etica a Eudemo in cui Aristotele sostiene che si può essere veramente amici solo con qualcuno 18 .

Download PDF sample

Rated 4.55 of 5 – based on 50 votes