By Simone Piccardi

QUARTA EDIZIONE: Amministrare GNU/Linux è un testo introduttivo alla amministrazione di sistema in ambiente GNU/Linux. Scopo del testo è trattare gli argomenti di base ed avanzati dell'amministrazione di sistema ed i principi di base dell'amministrazione di rete. Si è adottato un percorso espositivo che parte dall'esame della struttura del sistema consistent with arrivare advert affrontare gli argomenti più sofisticati e complessi della gestione sistemistica, senza dare in keeping with presupposta nessuna conoscenza di questo sistema operativo. Il testo copre anche gli argomenti previsti negli esami di certificazione LPI one zero one e 102, ed una buona parte degli argomenti dei successivi esami 201 e 202. Può pertanto essere utilizzato come testo (non ufficiale) di studio in step with l. a. preparazione di detti esami, e in line with questo è stato scelto come libro di testo da Linux Certification Institute (www.lici.it) e da molti altri centri di formazione. Restando fedele alla filosofia di sviluppo di GNU/Linux il testo è pubblicato con licenza libera.

Show description

Read Online or Download Amministrare GNU Linux PDF

Similar italian books

La passione secondo Thérèse

Milano, Feltrinelli,, 1999, octavo brossura editoriale con copertina illustrata a colori, pp. 172 (piccole fioriture al taglio) .

Additional info for Amministrare GNU Linux

Sample text

45 o una S qualora il corrispondente permesso di esecuzione non sia attivo. che come per i precedenti diventa una T qualora il corrispondente permesso di esecuzione non sia attivo. 47 ed in generale a tutti gli altri file speciali presenti sul filesystem: hanno un significato speciale per` o solo per le directory; per fifo e file di dispositivo contano solo i permessi di lettura e scrittura, mentre per i link simbolici essi vengono ignorati. 4 CAPITOLO 1. L’ARCHITETTURA DI UN SISTEMA GNU/LINUX I comandi per la gestione dei permessi dei file Prima di entrare nei dettagli dei comandi che permettono di cambiare permessi e proprietari di file e directory, occorre dare qualche dettaglio in pi` u sulle modalit`a con cui nuovi file e directory vengono creati.

Statd /usr/sbin/inetd lpd Waiting /usr/lib/postfix/master qmgr -l -t fifo -u -c /usr/sbin/sshd /usr/sbin/cron /sbin/getty 38400 tty1 25 per poterlo fare per` o occorre avere un processo in grado di eseguire il comando, cosa non facile da ottenere se si `e gi` a esaurita la tabella dei processi. 7 del secondo capitolo di GaPiL. 30 root root root root root postfix root piccardi piccardi root root CAPITOLO 1. L’ARCHITETTURA DI UN SISTEMA GNU/LINUX 326 327 328 329 330 2046 2047 2049 2050 2054 2087 1 1 1 1 1 310 319 2047 2049 2050 2054 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 Aug12 Aug12 Aug12 Aug12 Aug12 11:13 12:24 12:24 12:24 12:24 12:34 tty2 tty3 tty4 tty5 tty6 ?

Oltre a -s e -l il comando kill accetta le opzioni -L (sinonimo di -l) e -V che ne stampa la versione. Per una descrizione accurata delle opzioni si faccia al solito riferimento alla pagina di manuale accessibile con man kill. Nel caso specifico, dato che SIGKILL non `e intercettabile e la sua azione di default `e la terminazione del processo, l’effetto di questo comando `e di terminare senza possibilit`a di scampo il processo in questione. Se infatti SIGTERM viene intercettato pu`o risultare inefficace qualora il processo venga bloccato anche nell’esecuzione della funzione di gestione; dato che non `e possibile intercettare SIGKILL si ha a disposizione un mezzo infallibile31 per terminare un processo impazzito, e questo senza alcuna conseguenza per gli altri processi o per il sistema.

Download PDF sample

Rated 4.31 of 5 – based on 24 votes